Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Impatto ambientale ridotto per il nuovo imballaggio ReZorce | Packaging Speaks Green

Impatto ambientale ridotto per il nuovo imballaggio ReZorce

Uno dei leader nella tecnologia dei materiali a struttura cellulare, Zotefoams, che quest’anno celebra il suo centesimo anniversario, ha presentato i risultati del recente studio di LCA (Life Cycle Analysis) relativi al proprio imballaggio circolare per bevande, in cartone monomateriale, ReZorce.

Lo studio ha messo a confronto tre tipi di ReZorce (con livelli variabili di HDPE riciclato) con i tradizionali cartoni multimateriale per liquidi, per dimostrare che, da un punto di vista funzionale ed estetico, questo prodotto offre prestazioni uguali o addirittura superiori a quelli tradizionali.

In particolare, sono stati presi in considerazione tre tipologie di prodotto con rispettivamente il 12,5%, 25% e 50% di contenuto riciclato, e un contenitore per liquidi con strati di cartone (72,5%), polietilene (24%) e foglio di alluminio (3,5%), tutti in grado di contenere un litro di succo di mela.

LCA ha effettuato la valutazione su tre elementi chiave: il potenziale riscaldamento globale, le risorse idriche richieste e il fabbisogno di energia elettrica cumulativa.

I risultati della ricerca hanno dimostrato che produzione, riempimento e trasporto di un cartone ReZorce riducono di 5 volte l’energia elettrica rispetto a quella necessaria per i tradizionali contenitori in cartone per il confezionamento di liquidi. Inoltre, ReZorce richiede una quantità d’acqua inferiore di almeno 11 volte rispetto a quella utilizzata per i cartoni tradizionali e, se riciclato, riduce del 50% l’impatto complessivo sul riscaldamento globale.

Questo prodotto innovativo è composto da un monomateriale completamente riciclabile, con proprietà di barriera, che rispetta tutti gli standard richiesti dall’industria alimentare, risultando quindi una valida alternativa all’imballaggio con barriera composita. Inoltre, per la sua produzione viene utilizzata una tecnologia di schiuma microcellulare proprietaria, che alterna strati in schiuma e strati solidi per ottimizzare le prestazioni della barriera e assicurare le stesse performance di piegatura dei tradizionali cartoni per bevande.

Di fatto, l’HDPE presente garantisce una trasparenza sostenibile senza comprometterne l’aspetto, il tatto e le prestazioni, evitando gli ostacoli che è necessario affrontare nella fase di riciclo dei cartoni multimateriali.

Alan Campbell, direttore tecnico di LCA Centre ha affermato: “Il contenitore in materiale riciclato ReZorce è in grado di offrire vantaggi per l’ambiente, in quanto presenta un potenziale di riscaldamento globale più basso rispetto alle soluzioni di packaging alternative.”

Neil Court-Johnston, Vice President Strategy Emea di Zotefoams ha dichiarato: “Siamo entusiasti di annunciare i risultati del nostro recente Life Cycle Analysis; i dati parlano da soli. È un momento straordinario per Zotefoams e ReZorce. Abbiamo investito 1 milione di dollari in un impianto pilota negli USA per consentire a proprietari di brand e operatori del retail di eseguire trial rapidi, garantendo l’implementazione della piattaforma tecnologica in anticipo sulle pressanti scadenze legislative. Stiamo collaborando con New Plastics Economy e il loro progetto HolyGrail, utilizzando traccianti chimici e watermark digitali per tracciare i rifiuti in plastica e migliorare la differenziazione degli imballaggi post-consumo oltre ai tassi di riciclo. Produttori e proprietari del brand riconoscono che la tecnologia attuale non può soddisfare gli obiettivi di sostenibilità imminenti e stiamo già collaborando con partner a noi affini. I cartoni per bevande sono solo l’inizio.”