Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Un bag-in-box con il 53% di materiali rinnovabili e riciclati | Packaging Speaks Green

Un bag-in-box con il 53% di materiali rinnovabili e riciclati

Grande produttore di soluzioni di imballaggio a base carta, Smurfit Kappa, ha recentemente presentato Vitop Renew, una versione ancora più sostenibile del rubinetto, usato per vini e succhi in bag-in-box. Tale soluzione, realizzata in polipropilene a base bio, è stata sviluppata adottando lo stesso approccio impiegato per la sacca all’interno della scatola, prodotta con un film EVOH E-Recycled  contenente materie prime provenienti dal riciclo chimico della plastica. Il risultato è che le nuove sacche sono composte per il 53% da materiali rinnovabili e riciclati.

A tale proposito, va precisato che nonostante il processo di riciclo chimico non sia in grado di sostituire quello meccanico, alcuni materiali, in particolare quelli che presentano maggiori ostacoli nella fase di riciclo meccanico, vengono trattati con la pirolisi (un processo che modifica la struttura chimica di un imballaggio in plastica). Questo processo fornisce nuovi mezzi per aumentare i tassi di riciclo della plastica, poiché può essere applicato a una gamma più ampia di rifiuti plastici. La differenza fondamentale tra le materiale plastiche trattate con la pirolisi e quelle lavorate attraverso il riciclo meccanico tradizionale è data dal fatto che le resine, grazie a questo processo chimico, presentano proprietà identiche ai polimeri vergini, utilizzabili quindi per imballaggi a contatto diretto con gli alimenti.

Thierry Minaud, amministratore delegato di Smurfit Kappa Bag-in-Box, ha dichiarato: "Tali resine riciclate sono ancora disponibili esclusivamente in quantità molto limitate; la loro produzione necessita di approcci innovativi, grandi investimenti, e una forte domanda di mercato. Il bag-in-box è già costituito per il 75% da materiali biodegradabili, rinnovabili e riciclabili per via dell'elemento scatola, disegnato a base di carta. Ora stiamo andando oltre e stiamo cooperando attivamente con i fornitori di resine per aumentare la quota di materie prime sostenibili. Siamo pronti a lanciare progetti pilota in collaborazione con i nostri clienti per aumentare la quantità di contenuto riciclato e rinnovabile all’interno dei loro imballaggi bag-in-box."

Pascal Reina, direttore di ricerca e sviluppo di Smurfit Kappa Bag-in-Box, ha aggiunto: "È dimostrato che il bag-in-box è l'imballaggio più efficiente in termini di risorse per i liquidi, con un rapporto prodotto/imballaggio imbattibile. Questi prodotti riciclati chimicamente e a base biologica sono certificati attraverso lo schema International Sustainability and Carbon Certification Plus (Iscc Plus). Utilizzando l'approccio del bilancio di massa, possono essere utilizzati come prodotti polimerici tradizionali."

Vitop Renew e E-Recycled andranno ad arricchire ulteriormente la gamma di prodotti sostenibili di Smurfit Kappa Bag-in-Box, grazie anche al nuovo film più sottile E-Compact 60, introdotto nel mercato all’inizio del 2021.