La bottiglia di ketchup del futuro

di Giampiero Zazzaro

Heinz è il primo brand di salse a testare una bottiglia di carta.

Grazie alla collaborazione tra Heinz e Pulpex, azienda britannica che produce imballaggi, è stata sviluppata una bottiglia a base di carta, rinnovabile e riciclabile, composta al 100% da polpa di legno proveniente da fonti sostenibili, certificata FSC.

Per Kraft Heinz questa collaborazione rappresenta un ulteriore passo avanti verso la sostenibilità, che le consente di avvicinarsi a uno dei propri obiettivi: fare in modo che tutti gli imballaggi siano riciclabili, riutilizzabili o compostabili a livello globale entro il 2025. Inoltre, questa soluzione aiuterà Kraft Heinz a raggiungere zero emissioni di CO2 entro il 2050. Infatti, i dati indicano che l'impronta di CO2 di questa nuova soluzione è inferiore a quella rilasciata da imballaggi in vetro e plastica.

Miguel Patricio, CEO di Kraft Heinz ha affermato: “Ci impegniamo ad adottare misure per esplorare imballaggi sostenibili attraverso i nostri prodotti Kraft Heinz, proponendo ai consumatori diverse scelte. Questa nuova bottiglia è un esempio di come stiamo combinando creatività e innovazione per fornire ai clienti i prodotti che conoscono e amano, pensando anche in modo sostenibile".

Il passaggio successivo del processo riguarderà il test del prototipo per valutare le proprie prestazioni e immettere la bottiglia sul mercato.

"Speriamo di portare questa bottiglia sul mercato e di essere il primo marchio di salse a offrire ai consumatori questa scelta nelle loro decisioni di acquisto, poiché molti clienti oggi sono alla ricerca di confezionamenti più sostenibili", ha affermato Rashida La Lande, EVP & Global General Counsel e Chief Sustainability and Corporate Affairs Officer presso Kraft Heinz.

Questa bottiglia in carta per il ketchup diventerebbe un’alterativa all’iconica bottiglia di plastica e alle bottiglie che hanno il 30% di contenuto riciclato (disponibile solo nell'UE) e il tappo riciclabile al 100%.