Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Con Risacco l’imballaggio flessibile diventa sacco per la differenziata | Packaging Speaks Green

Con Risacco l’imballaggio flessibile diventa sacco per la differenziata

In Valle Sabbia, in provincia di Brescia, gli imballaggi flessibili post consumo avranno presto una nuova vita. Infatti, partendo dai film plastici conferiti con la raccolta differenziata dagli abitanti dei 27 Comuni che ne fanno parte, il progetto sperimentale di riciclo Risacco trasformerà tali rifiuti in sacchi e sacchetti impiegabili a loro volta per la raccolta differenziate di imballaggi in plastica, confezioni di latte, lattine e rifiuti tessili (pannolini).

Risacco coinvolge SAE - Servizi Ambiente Energia Valle Sabbia, Cauto - cooperativa sociale che provvede a raccolta e stoccaggio dei rifiuti in plastica - e Tregenplast - società certificata da IPPR col marchio “plastica seconda vita”. Quest’ultima trasformerà i rifiuti in granuli di LDPE rigenerati da utilizzare per produrre i nuovi sacchi da distribuire agli utenti per il conferimento dei rifiuti. Il progetto sarà sviluppato sotto l'egida dell’accordo nazionale tra Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Conai e Corepla.